L’Atletico Lamezia cresce, ma non vince

L'Atletico Lamezia cresce ma non vince

L’Atletico Lamezia cresce, ma non vince.

L’Atletico Lamezia cresce, ma non riesce a vincere: la partita contro il Terranova doveva essere quella giusta per ritrovare la vittoria, ma così non è stato.

I ragazzi di mister Frontera costruiscono il gioco, creano ritmo, trovano gli spazi, ma regalano ancora tanto.

Nonostante Ferraiuolo sia ancora infortunato e Sgrò e Ienuso siano a mezzo servizio, la squadra lametina parte bene.

I nerogialli vanno subito a più 2 e mantengono questo gap per i primi 10 minuti.

Il Terranova però prende le misure e, con la complicità di alcune azioni gestite male e frettolosamente dall’Atletico, con un break di 4 gol, prima pareggia e poi ribalta la situazione.

Sul 6-4, a metà del primo tempo, i Lametini ritrovano i movimenti giusti e la calma per attaccare bene.

La difesa è ben organizzata e le ripartenze sono costruite sapientemente.

Le conlcusioni sono però spesso poco precise e troppo centrali.

Ienuso gioca una partita col freno a mano inserito, senza spingere, riuscendo comunque a segnare; Arzenti e Scali tirano, ma senza angolare, rendendo la vita facile al portiere.

Il Terranova resta avanti, ma fatica a tenere testa ad un Atletico Lamezia di nuovo concentrato.

Prima Sgrò poi Delfino accorciano le distanze, portando il risultato sul 9-8.

I padroni di casa soffrono, riuscendo però a mantenere il gap con il loro uomo di punta, Giordano (9 gol).

Sul finale del primo tempo, concluso 13-11, segnano Ciriano, Arzenti e Scali.

L’intervallo fa bene ai padroni di casa che al rientro in campo, con esperienza, rallentano il ritmo del gioco.

La partita diventa più fallosa e di conseguenza più nervosa e frammentata, portando gli ospiti a deconcentrarsi e a “cadere nella trappola” del Terranova.

L’Atletico Lamezia, infatti, perde palla in più occasioni regalando palloni agli avversari, che sanno sfruttarli, riuscendo ad allungare nuovamente.

Sul 18-13 il time out dei Lametini è provvidenziale: Nicola Frontera striglia a dovere i suoi, che rientrano in campo determinati a ritrovare il proprio gioco.

Dopo l’ulteriore rete che porta il risultato sul 19-13, grazie ad un rigore trasformato dai Cosentini, la difesa nerogialla si chiude consentendo un sostanziale recupero.

Ienuso, Grilletto e Scali con 5 goal raddrizzano il parziale: 20-18.

In un momento così importante i Lametini restano con un uomo in meno (Ienuso 2 minuti) e subiscono 2 gol.

Arzenti e Grilletto riportano a -2 la propria squadra, ma un altro rigore a favore dei padroni di casa taglia le gambe all’Atletico, che chiude la partita con il gol di Scali.

Finisce 23-21 una gara che, guardando il referto e il numero dei gol, risulta equilibrata, combattuta punto a punto.

In realtà l’Atletico Lamezia è stato superiore dal punto di vista tattico e tecnico, ma manca ancora troppo di cinismo ed esperienza, oltre che di una preparazione atletica adeguata al nuovo ritmo di gioco.

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Diventa Socio Sostenitore