L’Atletico Lamezia non molla mai

L'Atletico Lamezia non molla - vs Gymnica Sveva

L’Atletico Lamezia non molla mai

L’Atletico Lamezia non molla mai e, nonostante il risultato sia ancora una volta sfavorevole (17-19), le prestazioni migliorano, in particolare da parte dei più giovani.

La formazione dello Gymnica Sveva è stata superiore soprattutto nella gestione del risultato e nella concentrazione.

Passati in vantaggio nel primo tempo hanno saputo allungare e mantenere il distacco fino alla fine.

I nerogialli schierano Scarpelli, Arzenti, Sgro A., Scali, Delfino e Ciriano.

In panchina vediamo nuovamente anche i fratelli Ferraiuolo: Manuel al rientro dall’infortunio, ma ancora non al 100%, Alexandro dopo un tardivo inizio di stagione.

Il primo gol è della squadra ospite, a cui risponde prontamente Delfino per i padroni di casa.

Arzenti porta in momentaneo vantaggio l’Atletico Lamezia, ma con un break da 2 è di nuovo lo Gymnica Sveva che va avanti.

L’ingresso di Manuel Ferraiuolo da dinamicità all’azione.

Purtroppo però la fortuna non è dalla nostra parte: dopo la rete del pareggio di Scali, Ferraiuolo scatta in contropiede, intercettando uno scambio in difesa, e davanti al portiere cade a causa di un cedimento muscolare, evidentemente ancora non pronto allo sforzo.

Sono passati 13 minuti, la gara va avanti punto a punto.

Il 4-4 è firmato da Grilletto; sul 4-5 Ferraiuolo Alex sbaglia un rigore e la squadra di Andria ne approfitta per aumentare il gap.

Gabriele Sgrò e di nuovo Grilletto tengono i Calabresi al passo.

I portieri fanno miracoli da una parte e dall’altra, lasciando all’asciutto i tiratori.

Mercuri segna la settima rete per i padroni di casa, che negli ultimi 5 minuti del primo tempo subiscono un break da 4, andando negli spogliatoi con il risultato di 7-11.

Il secondo parziale si preannuncia scoppiettante: Ienuso, ancora a secco, va in gol, dopo aver interrotto l’azione dello Gymnica.

L’Andria non resta a guardare e allunga ulteriormente portandosi sul 8-14.

Ienuso, rientrato in campo più concentrato, mette il timbro sui due gol successivi.

Gli attacchi delle due squadre sono veloci e i cambi di fronte rapidi: si susseguono errori, tiri fuori e falli.

La partita è diventata nervosa e l’arbitraggio, inadeguato, non aiuta.

Un rigore sbagliato dei Pugliesi e 2 gol per parte (Ferraiuolo A. e Arzenti per i Lametini) fissano, a metà secondo tempo, il punteggio sul 12-19.

Lo Gymnica Sveva chiede il time out: le azioni successive non spostano il risultato.

Anche Mister Frontera, dopo pochi minuti chiama il minuto di sospensione, che risulta stavolta proficuo per i padroni di casa.

Dopo una bella azione conclusa con una parata su Agostino Sgrò, Grilletto e Ienuso accorciano lo svantaggio.

14-19. Scarpelli protegge ancora la sua porta deviando un rigore sul palo e poi parando per due volte su combinazioni veloci degli avversari.

Gli arbitri assegnano un altro rigore per gli ospiti: Scarpelli si oppone.

Il match è ormai ingestibile, frammentato. Le panchine sono roventi.

I portieri continuano ad essere protagonisti, ma l’agile Caligiuri riesce a trovare lo spazio per segnare i gol numero 15 e 16, quest’ultimo in contropiede.

L’ultima rete la regala Sgrò A., trasformando un tiro dai sette metri.

L’Atletico Lamezia non molla, non ha mollato mai; ma il break da 5 non basta per raddrizzare il risultato.

17-19 è un punteggio che ci va stretto, ma che ci siamo “auto-inflitti” nelle fasi finali del primo parziale.

I ragazzi crescono nella tenuta della partita e nell’affiatamento, la strada da percorrere è lunga, ma siamo ottimisti.

Buona la prova dell’Atletico Lamezia, in particolare splendidi i minuti di gioco del giovane Caligiuri, che ha mantenuto alta la concentrazione per tutta la partita dalla panchina, e quando è stato il suo turno si è fatto trovare pronto.

La prossima settimana incomincerà il girone di ritorno, e la nostra squadra osserverà il turno di riposo, giocherà invece l’under 17.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Diventa Socio Sostenitore